Iniziare a fotografare e trovare il proprio stile

You are currently viewing Iniziare a fotografare e trovare il proprio stile

Fotografiamo

Adesso abbiamo organizzato tutto il necessario per iniziare a fotografare.
Abbiamo un PC adeguato, abbiamo scelto ed imparato ad usare un software di fotoritocco, abbiamo un ottimo gruppo di continuità che ci preserverà dagli sbalzi di tensione, al quale abbiamo connesso TUTTO compresi gli HD esterni ed eventuali HUB e il Router, abbiamo organizzato un efficace backup delle foto sia in locale che nel cloud, abbiamo l’attrezzatura per iniziare, abbiamo il nostro obiettivo ART della SIGMA, abbiamo il nostro bel cavalletto solido.


Cosa ci manca?

Ci manca decidere con quale tipo di fotografia iniziare, ci manca farci ispirare dal nostro istinto, ci manca capire se abbiamo talento oppure no, dobbiamo scoprirlo da soli, chi ci circonda per non farci del male non ci dirà mai la verità.
Sappiate sin da subito che nessun corso, nessuna lettura, nessuna esperienza continuativa vi potrà dare mai il talento, il cosiddetto “occhio fotografico”.
Solo madre natura, avrà stabilito se è insito nel vostro genoma oppure no.
Certamente potrete fotografare per il vostro personale sollazzo per tutta la vita senza alcun talento, ma sappiate che non lo potrete MAI avere, se siete rassegnati a questo, allora sarete fotografi equilibrati e felici.

Il fotografo equilibrato

Sappiate che un fotografo equilibrato e felice NON fa mostre, non chiama parenti e amici per far vedere le proprie foto, non bazzica forum di fotografia litigando con chiunque lanci delle critiche anche minime alle proprie opere, non pubblica ogni giorno su Instagram una schifezza di foto con 1000 hashtag .
Sappiate in anticipo che appena diventerete anche minimamente bravi, ci sarà subito il furbone che vi dirà: “Perché non fai una mostra?”, rispondete subito: “Certo! mi paghi tu tutto il necessario? Affitto del locale e stampe?”, perché dovrei spendere una barca di soldi per avere solo dei vaghi complimenti? Perché sappiate che le mostre fatte come si deve (formati grandi, carte speciali, eventuali cornici, luci da posizionare) sono al 90% una messe di elogi infruttuosi e un bagno di sangue economico, ovviamente se siete vanitosi e non avete problemi di denaro, fate tutte le mostre che volete.

Cosa fotografo?

Io ho un odio innato per la fotografia di strada, ma potrebbe essere per molti un buon inizio, la cosa da non fare assolutamente è cercare di ispirarsi ai presunti “grandi fotografi”, la maggioranza sono famosi perché una certa organizzazione ha investito su di loro, mai come nella fotografia gridare che “il Re è nudo”, ha quasi sempre un fondo di verità, quante emerite porcherie ci sono in giro, osannate come fossero capolavori.
Andate in giro per la vostra città e fatevi ispirare, sappiate che c’è un preciso articolo del codice penale che proibisce, con pene severe, di fotografare volti di anziani rattrappiti in primissimo piano e in bianco e nero.
Nei prossimi articoli ci concentreremo su altri stili.